Company Prodotti e servizi Realizzazioni Pompe di calore Storage FAQ
Rexacademy Richiedi un'offerta Area riservata Lavora con noi Contatto

 

REXENERGY - FAQ


IMPIANTO FOTOVOLTAICO 
 
- Che cosa è un impianto fotovoltaico?
Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l’energia solare in energia elettrica. Esso è composto essenzialmente da:
- moduli o pannelli fotovoltaici;
- inverter, che trasforma la corrente continua in corrente alternata;
- quadri elettrici e cavi di collegamento.
I moduli sono costituiti da celle in materiale semiconduttore, il più utilizzato dei quali è il silicio cristallino. Essi rappresentano la parte attiva del sistema perché convertono la radiazione solare in energia elettrica.
 
- Quali sono i vantaggi?
I vantaggi principali sono totale assenza di qualsiasi tipo di emissione inquinante, quindi risparmio di combustibili fossili, affidabilità degli impianti negli anni (perennità), costi di esercizio e manutenzione nulli.
 
- Solare Termico o Solare Fotovoltaico?
Entrambe le tipologie d’impianto utilizzano il sole come fonte energetica, catturandone la radiazione attraverso superfici captanti: mentre i moduli fotovoltaici trasformano direttamente la radiazione solare in energia elettrica, i pannelli solari termici utilizzano l’energia termica del sole per riscaldare l’acqua da utilizzare per uso igienico sanitario o per il riscaldamento degli ambienti.
 
- Dove può essere installato l'impianto fotovoltaico?
Può essere installato a terra, sul tetto o qualunque altra superficie. Le condizioni ottimali sono che sia orientato a Sud (accettabile anche Sud-Est o Sud-Ovest).
 
- Quanto spazio occupa?
Un impianto che utilizzi moduli in silicio cristallino occupa come valore indicativo una superficie di circa 10 mq per kW di potenza nominale installata.
 
- Quanta energia produce un impianto fotovoltaico?
Nelle condizioni sopra descritte in Italia 1kWp installato produce tra i 1.100 ed i 1.600 kWh/Anno in ragione della posizione geografica.
 
- Quanto costa un impianto fotovoltaico?
Nulla! L'impianto fotovoltaico è un investimento economico profittevole, non un costo. Produrre energia dal Sole è un anche e soprattutto investimento "etico-sociale" per il bene del pianeta e delle generazioni future. Indicativamente realizzare impianti fino a 10kWp significa investire circa 2.500€ per kWp.
 
- Quanto può durare nel tempo l'impianto?
I prodotti REXENERGY sono tutti garantiti per 25 anni di rendimento, ma la vita utile dei moduli è superiore.
 
- Quali autorizzazioni sono necessarie per la realizzazione di un impianto fotovoltaico?
Le autorizzazioni variano in base alla regione ed alla dimensione dell'impianto. DIA, allacciamento al distributore locale, connessione in rete, net meetering, pratica richiesta incentivi al GSE, verifica vincoli paessaggistici o architettonici etc verranno tutte assolte da REXENERGY.
 
- Chi può beneficiare dell’incentivazione?
Possono beneficiare dell’incentivazione (art. 3 del DM 28 luglio 2005) le persone fisiche e giuridiche, ivi inclusi i soggetti pubblici e i condomìni, le aziende agricole...Più semplicemente CHIUNQUE!
 
 
- Cos'è il regime di "Scambio sul Posto"?
Per impianti di potenza non superiore a 20 kW che accedono alla disciplina di cui all’art. 6 del D.Lgs. 387/03 (servizio di "Scambio sul Posto), la Delibera AEEG 28/06 che disciplina il servizio di scambio sul posto prevede che l’energia prodotta dall'impianto fotovoltaico venga compensata con l’energia consumata dall'utenza prevedendo che l'eventuale saldo positivo – su base annuale - venga riportato a credito per la compensazione nei tre anni successivi.
 
- Cosa accade al termine del periodo di incentivazione (20 anni)?
L’incentivazione è erogata per venti anni. Al termine del periodo ventennale continuano i benefici derivanti da:
- SCAMBIO SUL POSTO dell’elettricità per gli impianti di potenza non superiore a 20 kW che abbiano fatto tale scelta;
- CESSIONE IN RETE e remunerazione dell’elettricità consegnata alla rete per tutti gli impianti di potenza ad eccezione di quelli di potenza fino a 20 kW che abbiano scelto di accedere alla disciplina di cui all’art. 6 del D.Lgs. 387/03 (servizio di scambio sul posto).
 
 
 
- Come determinare il dimensionamento corretto dell'impianto?
I Consulenti ed i Tecnici REXENERGY sono in grado di determinare e consigliare il corretto dimensionamento dell'impianto. Nel regime di scambio sul posto la tariffa incentivante viene riconosciuta sul saldo tra l'energia prodotta dall'impianto fotovoltaico e l'energia (auto)conusmata dall'utenza per questo è decisivo scegliere il corretto dimensionamento dell'impianto. Per questo è importante affidarsi a professionisti seri e preparati. Diffida di chi si improvvisa esperto. Affidati solo a REXENERGY!

SCAMBIO SUL POSTO
 
 
 
- Cosa si intende per servizio di scambio sul posto?
Lo scambio sul posto [Deliberazione ARG/elt 74/08, Allegato A – Testo integrato dello scambio sul posto (TISP)], è un meccanismo che consente, in generale, di immettere in rete l’energia elettrica prodotta ma non immediatamente autoconsumata, per poi prelevarla in un momento successivo per soddisfare i propri consumi.
Con il termine scambio sul posto (Delibera AEEG 74/08) si intende il servizio erogato dal GSE dal 1° Gennaio 2009 e che consente all’utente che abbia la titolarità o la disponibilità di un impianto, la compensazione tra il valore associabile all’energia elettrica prodotta e immessa in rete e il valore associabile all’energia elettrica prelevata e consumata in un periodo differente da quello in cui avviene la produzione
 
- Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto?
L’AEEG, con Deliberazione ARG/elt 74/2008, ha stabilito che il Gestore dei Servizi Energetici - GSE S.p.A. proceda alla gestione delle attività connesse allo scambio sul posto e all’erogazione del contributo in conto scambio.
Per quali impianti è prevista la possibilità di richiedere al GSE l’erogazione del servizio di scambio sul posto?
Il servizio di scambio sul posto è erogato al cliente finale, o a un soggetto mandatario del medesimo cliente finale, che è titolare o ha la disponibilità di:
a) impianti alimentati da fonti rinnovabili di potenza fino a 20 kW;
b) impianti alimentati da fonti rinnovabili di potenza fino a 200 kW, se entrati in esercizio dopo il 31 dicembre 2007. Il limite di 200 kW non si applica ad impianti nel caso in cui l’utente dello scambio sia il Ministero della Difesa ovvero un soggetto mandatario del Ministero stesso;
c) impianti di cogenerazione ad alto rendimento di potenza fino a 200 kW.
L’utente dello scambio deve essere controparte del contratto di acquisto riferito all’energia elettrica prelevata sul punto di scambio.
Tra gli impianti alimentati da fonti rinnovabili rientrano le centrali con produzione di energia elettrica ibrida qualora, su base annua, la produzione non imputabile alle fonti rinnovabili sia inferiore al 5% della produzione totale.
Cosa si intende all’art. 2.2 della Delibera ARG/elt n. 74/08 quando si parla di erogazione dello scambio sul posto a un soggetto mandatario del cliente finale?
L’articolo 2.2 fa riferimento al caso in cui l’Utente dello scambio non coincide con il cliente finale.
Il caso si verifica quando soggetti terzi (ad es. un produttore o una ESCO) eroghino servizi energetici a clienti finali in regime di scambio sul posto.
Ai fini della stipula o del trasferimento della titolarità dei contratti per l’accesso al sistema elettrico, nel solo caso in cui il cliente finale sia un cliente del mercato libero, anche per lo scambio sul posto si applicano le disposizioni di cui alla deliberazione n. 111/06. In base a tale disposizione i contratti per il servizio di trasmissione e di distribuzione e per il servizio di dispacciamento, se stipulati da persona diversa dal cliente finale, devono essere stipulati da un medesimo soggetto terzo (ad es. un produttore o una ESCO) che agisce in base a un mandato senza rappresentanza.
Si evidenzia, inoltre, che il testo integrato dello scambio sul posto impone espressamente la condizione che l’Utente dello scambio debba essere controparte del contratto d’acquisto riferito all’energia elettrica prelevata sul punto di scambio per cui il soggetto terzo che voglia assumere la veste di Utente dello scambio dovrà provvedere all’approvvigionamento dell’intero consumo del cliente finale.
L’eventuale mandatario, conseguentemente, si comporterà anche da cliente finale.
 
In presenza di mandato, il cliente finale rimane titolare del punto di scambio ma si avvale del soggetto mandatario per la stipula della convenzione di scambio sul posto con il GSE. 

seguici su                 
 



OLTRE 10.000 FAMIGLIE HANNO GIĄ SCELTO REXENERGY
RICHIEDI SUBITO UN'OFFERTA